Fabrizio Turoldo - Le malattie del desiderio. Storie di tossicodipendenza e anoressia

Il desiderio è mancanza, è un abisso insaturabile che si
svuota man mano che cerchiamo di riempirlo. Ma a quale assenza rimanda
il desiderio? Si tratta dell'assenza di qualcosa di cui eravamo
originariamente in possesso o di quel vuoto strutturale che ci spinge
alla continua ricerca di nuovi oggetti e nuove emozioni? E poi, che
cos'è questo qualcosa che cerchiamo? E perché quando ci sembra di averlo
trovato a volte ci delude? Nel volume questi interrogativi vengono
affrontati a partire dal racconto di alcune storie di vita, dalle quali
emerge una verità fondamentale: l'uomo è essenzialmente desiderio di
infinito e, proprio per questo, può essere abbagliato dai cosiddetti
"cattivi infiniti" che lo portano alla distruzione. Tuttavia, il libro
si conclude con un'indicazione positiva: il vero infinito (quello
"buono") esiste, è alla nostra portata ed è in grado di appagare il
nostro desiderio.

*Clicca sui pulsanti per visualizzare email e telefono
Email
Telefono

Descrizione

Il desiderio è mancanza, è un abisso insaturabile che si
svuota man mano che cerchiamo di riempirlo. Ma a quale assenza rimanda
il desiderio? Si tratta dell'assenza di qualcosa di cui eravamo
originariamente in possesso o di quel vuoto strutturale che ci spinge
alla continua ricerca di nuovi oggetti e nuove emozioni? E poi, che
cos'è questo qualcosa che cerchiamo? E perché quando ci sembra di averlo
trovato a volte ci delude? Nel volume questi interrogativi vengono
affrontati a partire dal racconto di alcune storie di vita, dalle quali
emerge una verità fondamentale: l'uomo è essenzialmente desiderio di
infinito e, proprio per questo, può essere abbagliato dai cosiddetti
"cattivi infiniti" che lo portano alla distruzione. Tuttavia, il libro
si conclude con un'indicazione positiva: il vero infinito (quello
"buono") esiste, è alla nostra portata ed è in grado di appagare il
nostro desiderio.